. Un’infografica del Parlamento europeo evidenzia l’attuale situazione sui controlli alle frontiere

Il Parlamento europeo ha sviluppato un’infografica illustrativa dell'impatto del coronavirus sulle frontiere Schengen, fornendo un quadro completo dell'ultima situazione relativa ai controlli alle frontiere messi in atto all'interno dello spazio di libera circolazione in Europa.

 

In particolare, l’infografica rileva come, al 27 aprile, 17 paesi Schengen avevano notificato alla Commissione europea la reintroduzione dei controlli alle frontiere interne a causa delle minacce legate alla diffusione del Covid-19, mentre altri cinque paesi hanno introdotto restrizioni sulla circolazione delle persone che incidono sulle frontiere interne, come i divieti temporanei per i viaggi non essenziali.

 

Per quanto riguarda gli Stati membri dell’Ue che non fanno parte dell’area Schengen, l’analisi sviluppata dal Parlamento europeo riporta come anch’essi hanno attuato misure similari alle proprie frontiere, al fine di contrastare la diffusione del coronavirus. A parte l'Irlanda, tutti questi paesi hanno attuato la decisione congiunta degli Stati membri e della Commissione sulla restrizione temporanea dei viaggi non essenziali nell'UE.

 

L’infografica sviluppata dal Parlamento europeo è disponibile al LINK.