. Pubblicati i risultati della consultazione pubblica sull’implementazione di Orizzonte Europa

Un appello globale per un'ulteriore semplificazione, regole più semplici e indicazioni più chiare, la necessità di istituire un sistema trasparente basato sulla fiducia e la necessità di comunicazioni e feedback adeguati per richiedenti e beneficiari. Sono questi i principali messaggi che emergono dalla relazione finale pubblicata dalla Commissione europea in seguito alla consultazione pubblica sull’implementazione del prossimo programma quadro per la ricerca e l’innovazione, Orizzonte Europa.

 

L’esercizio, svoltosi nella seconda metà del 2019, aveva l’obiettivo di coinvolgere, per la prima volta, tutte le parti interessate nella definizione del funzionamento del programma quadro. In totale, 1550 risposte sono state inviate alla Commissione europea, il 35% delle quali sono arrivate dal mondo dell’imprenditoria e dell’industria.

 

CNA ha preso parte alla consultazione portando all’attenzione della Commissione importanti input derivanti dall’esperienza maturata nel corso dell’attuale programmazione.

 

Tra i diversi risultati della consultazione, CNA si compiace come la Commissione abbia accolto alcune delle tematiche più volte ribaditi nel proprio impegno sul tema, come ad esempio la necessità di semplificare i modelli, fornire informazioni più dettagliate, semplificare e rendere più user-friendly il Portale dei Partecipanti, migliorare i feedback sulle candidature, il processo di valutazione e selezione valutatori.