. Lanciato un invito a presentare proposte per supportare le PMI nell'accesso agli appalti pubblici fuori dall'Ue

Nell’ambito del programma europeo a sostegno della competitività delle PMI, COSME, è stato lanciato un invito a presentare proposte finalizzato a migliorare l'accesso delle piccole e medie imprese agli appalti pubblici nei paesi terzi con cui l'Unione europea ha firmato un accordo bilaterale o plurilaterale relativo agli appalti pubblici.

 

Il bando intende co-finanziare le attività delle organizzazioni imprenditoriali a sostegno dell'internazionalizzazione e della partecipazione delle PMI agli appalti pubblici, consentendo loro di sviluppare le proprie capacità per aiutare le PMI in questo senso ed offrire un sostegno migliore e più mirato.

 

I candidati ammissibili possono essere rappresentanti di organizzazioni a sostegno delle imprese, organizzazioni di cluster, organizzazioni senza scopo di lucro (private o pubbliche), enti pubblici, università o istituti di istruzione, centri di ricerca. Le proposte devono essere presentate da un consorzio composto da almeno tre candidati stabiliti in almeno tre diversi paesi ammissibili (Stati membri dell’Ue o paesi associati al programma COSME).

 

Le attività ammissibili si dividono tra una fase preparatoria, in cui ciascun consorzio finanziato sarà invitato a sviluppare una strategia di internazionalizzazione, ed una fase di attuazione, in cui sarà implementata la strategia e promosso il progetto.

 

La Commissione europea mette a disposizione un bilancio totale di 2.000.000€ e si aspetta di co-finanziare 5 progetti.

 

La scadenza per la presentazione delle candidature è fissata entro e non oltre il 15 settembre 2020.

 

Per maggiori informazioni è possibile contattare l’ufficio di CNA Bruxelles all’indirizzo bruxelles@cna.it