. L’edizione 2020 online coprirà tutto il mese di ottobre.

Come ogni anno, si rinnova in ottobre l’appuntamento con la Settimana europea delle regioni e delle città europee. L’evento, promosso dalle istituzioni europee, è cresciuto negli ultimi 17 anni fino a diventare la principale piattaforma di comunicazione e networking che riunisce regioni e città di tutta Europa, compresi i loro rappresentanti politici, funzionari, esperti e accademici.

 

L’edizione 2020 risentirà dell’emergenza causata dal COVID-19 e sarà svolta interamente online, coprendo tutte le giornate dal 5 al 22 ottobre e ponendosi l’obiettivo di discutere le sfide comuni per le regioni e le città europee, scambiare idee su possibili soluzioni, fornire una piattaforma per lo sviluppo delle capacità, lo scambio di esperienze e buone pratiche per coloro che attuano la politica di coesione dell'UE e gestiscono i suoi strumenti finanziari, facilitare la cooperazione e il collegamento in rete tra regioni e città, e alimentare il dibattito sulla politica di coesione dell'UE.

 

In totale, nel corso delle giornate, saranno organizzate più di 500 sessioni di lavoro che copriranno vari argomenti suddivisi in tre principali tematiche: il rafforzamento dei cittadini, la cooperazione e la coesione, e l’Europa verde.

 

Gli eventi sono aperti e accessibili a tutti gli interessati previa registrazione sul sito ufficiale dell’evento, che chiuderanno il prossimo 27 settembre.

 

Maggiori informazioni e l’accesso alle registrazioni sono disponibili al LINK.