. Istituiti i 27 intergruppi tematici

Sono riprese le normali attività delle istituzioni europee. In particolare, i gruppi politici del Parlamento europeo hanno notificato al Presidente, David Sassoli, il proprio accordo relativo alla lista degli intergruppi parlamentari che saranno attivati nel corso della legislatura.

 

Sebbene gli intergruppi non siano organi ufficiali del Parlamento, essi rappresentano forum per la discussione e scambi informali di opinioni su argomenti specifici, nonché per promuovere i contatti tra gli eurodeputati di qualsiasi gruppo politico e la società civile.

 

In totale, sono 27 gli intergruppi parlamentari concordati che tratteranno diversi temi, dal cambiamento climatico e dal Green Deal europeo all’economia sociale, dalle minoranze tradizionali all’anticorruzione, dal cancro alle aree rurali e remote.

 

Confermata la presenza di un intergruppo specifico sulle PMI, già presente nel corso della legislatura precedente, come richiesto dalla CNA nel proprio Manifesto per le elezioni europee e ribadito col proprio impegno, nel corso degli ultimi mesi, attraverso diversi incontri con gli eurodeputati italiani.

 

Di particolare interesse risultano inoltre l’intergruppo dedicato alla competitività industriale, che riguarderà anche investimenti a lungo termine e sostenibili, l’intergruppo sul patrimonio culturale europeo e l’intergruppo dedicato ai prodotti alimentari.

 

La CNA continua il proprio impegno di collaborazione con gli eurodeputati e le altre parti interessate, al fine di svolgere un ruolo attivo negli intergruppi di maggior rilevanza per il Sistema.