. Iniziati i negoziati interistituzionali sul piano di ripresa e il prossimo bilancio a lungo termine

Il Parlamento europeo, il Consiglio dell’Ue e la Commissione europea hanno avviato i negoziati interistituzionali sui dossier relativi al piano di ripresa dell’Ue dalla crisi causata dal CIVID-19 e sul prossimo quadro finanziario pluriennale 2021-2027.

 

Dopo l’accordo raggiunto a luglio dai leader europei sulla dotazione finanziaria, giovedì 27 agosto i team negoziali delle tre istituzioni hanno tenuto un primo momento di confronto, dove sono state ribadite le diverse posizioni nel merito.

 

In particolare, il Parlamento ha ribadito la propria richiesta di aumentare gli stanziamenti per alcuni programmi prioritari dell'UE, la propria posizione sulle risorse proprie dell’Ue, sulla governance del fondo di ripresa e, sulla tutela degli interessi finanziari dell'UE in caso di violazione dello Stato di diritto. Con riferimento all’aumento degli stanziamenti sui programmi prioritari dell’Ue, il Parlamento vorrebbe aumentare l’ammontare di risorse in materia di protezione del clima, transizione digitale, salute, gioventù e ricerca.

 

Nel corso dell’incontro è stato anche ufficializzato il calendario dei prossimi incontri di negoziato, in programma il 7, 11 e 18 settembre.